Melone

“Evidentemente oppresse”

Ho l’impressione che questa stia diventando una sorta di rubrica fissa. Perché sia chiaro che – in fatto di Islam, velo, sessualità e genere – siamo “noi” a dover dis-imparare un bel po’ di cose, non educare qualcun altro, né tantomeno liberarlo. E tutto quello che si scrive in questo senso non è mai abbastanza:

Shop owner Abdelaziz Aouragh is a practicing Muslim and businessman who before embarking on his most recent business venture checked first to make sure that it was halal to do so, going first to his imam who then consulted a Saudi sheikh. The products he sells […] and the ways in which he markets them through his website […] have also been given the halal green light. His goal is not just to provide a service to the Muslim community, but to change the way non-Muslims think about Muslims.

Si sta parlando di El Asira, il primo ‘Muslim Sexy Shop’. Ilmgirl, autrice del blog su cui ho scovato la notizia, conclude il post con un aneddoto che dovrebbe far riflettere liberatori e liberatrici nostrani:

Though it’s not common to see public affection in the Gulf […], I did break out in a big smile the other day at the Villagio mall here in Doha when I saw a Gulf-Arab man walking with his wife (wearing a niqab), the two of them arm-in-arm and giggling, obviously crazy about one another.

3 commenti su ““Evidentemente oppresse”

  1. Davide
    24/03/2010

    Mi fa molto piacere ritrovarmi in questo modo di vedere le cose su certi temi (almeno mi pare da quel che interpreto da questo tuo post): nella mia esperienza è abbastanza raro.
    Ma tu intendi dis-imparare con riferimento a -quanto è stato assimilato con superficialità dall’opinione pubblica media sull’Islam?
    -o per dis-imparare intendi che “in occidente” dovremmo avere l’umiltà di tornare un po’ indietro per apprezzare quanto di buono c’è nell’islam, a partire dal modo di considerare il sesso?

    PS oggi mi hanno inoltrato un articolo stupendo di David Byrne sul multiculturalismo. L’ho messo qui.

  2. Melone
    24/03/2010

    Hola Davide,
    Sicuramente la prima opzione: “quanto è stato assimilato con superficialità dall’opinione pubblica media sull’Islam”. Anzi, bisogna partire non “da quanto è stato assimilato con superficialità”, ma da come abbiamo assimilato: con superficialità e approssimazione, appunto. Il secondo passo, poi, è domandarsi perché questa superficialità ci viene propinata.
    Byrne eh? Un altro di quelli che invecchia in maniera invidiabile: vado subito a leggerlo.

    Ciao

    • Davide
      25/03/2010

      Dimenticavo una cosa IMPORTANTISSIMA: la persona che mi ha segnalato questo articolo di David Byrne è una mia carissima amica di Milano, che vive (viveva, ora ci rimangono i suoi genitori)…

      in…

      viale Jenner!!!
      A pochi metri dalla famosa moschea!!

      La sua intelligenza e il suo buonsenso le hanno consentito di maturare questa visione sulla tolleranza (anche nei confronti dei vicini di casa -tanti e spesso in preghiera sotto casa sua- musulmani). Per me è fantastico realizzare come la propaganda xenofoba o razzista possa essere respinta da persone che vivono proprio DENTRO i problemi.
      Lei commenta così l’articolo di D.Byrne:
      “A me è piaciuto moltissimo il concetto che non sempre bisogna dire
      quello che si pensa, sempre e comunque, in nome della Verità…A
      volte, per la pacifica convivenza e la comprensione reciproca, ci
      vuole un pò di tatto e di delicatezza, aspetto che manca di questi
      tempi.”

      Questo è Ian Buruma in pillole!!!!!

      E che non mi vengano a raccontare le solite balle che, “si ma tanto tu gli immigrati non li frequenti; vorrei vederti se ti trovassi in certi quartieri; una cosa sono le parole ma poi stringi stringi…” . Su questi temi sto diventando cattivo.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 24/03/2010 da in Evidentemente oppresse con tag , , , , .

Categorie

Archivio

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: