Melone

Arrigoni e l’intelligentsia italiota

Sul conto di Vittorio Arrigoni in questi giorni abbiamo letto di tutto. Qualcuno lo ha definito “utile idiota“, più di una volta. Altri lo hanno caratterizzato come “un fiero e coraggioso combattente di una guerra […] sbagliata”, uno che “con le ragioni di Hamas si identificava in toto”, uno che aveva “consacrato se stesso alla causa palestinese, con un’adesione totalizzante, assoluta, mistica, senza riserve, dubbi, sfumature” (su Pigi Equilibrista, vedi anche qui). Altri ancora lo hanno semplicemente etichettato come “amico” di Hamas. Alcuni poveracci -di sinistra, dicono loro- hanno rispolverato la retorica fallaciana per mancanza di idee migliori: “[c]i odiano per quello che siamo”. La lista è lunga e avariata.

Si poteva fare di peggio? Certo che sì. Se ti chiami Christian Rocca hai non solo il coraggio di definire Arrigoni “militante italiano pro-Hamas” -e che sarà mai, lo fanno tutti- ma anche di compatire sua madre come se fosse una povera deficiente obnubilata dal lutto.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 18/04/2011 da in Fuffa Connection con tag , , .

Categorie

Archivio

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: